L'educazione civica e la dimensione internazionale

2020

L'educazione civica e la dimensione internazionale

La legge 20 agosto 2019, n. 92 ha introdotto nelle scuole di ogni ordine e grado l’insegnamento trasversale dell’educazione civica a partire dall’anno scolastico 2020/2021, definendone argomenti e obiettivi.

Oggi l’apertura delle scuole al mondo è diventata una priorità e l’insegnamento dell’educazione civica rappresenta una grande opportunità: l’obiettivo è la formazione di cittadini responsabili e attivi ed i contenuti educativi sono molteplici e variegati. Ma quanto tempo sarà dedicato ai temi europei e internazionali? Che importanza viene attribuita oggi a questa dimensione? Gli studenti saranno stimolati ad aprirsi al mondo e vivere in una società interculturale e globalizzata?

Per poter inquadrare lo scenario attuale e futuro è stato chiesto ad Ipsos di fare una ricerca sulla dimensione internazionale dell’educazione civica. Per sviluppare questo tema e ottenere una visione completa, IPSOS ha esplorato tre aspetti differenti:

  • l’importanza della dimensione internazionale attraverso dodici colloqui in profondità con opinion leader di Istituzioni, Associazioni di categoria, Organizzazioni non profit, Media, mondo imprenditoriale e mondo accademico. Il contributo degli opinion leader ha fatto emergere idee e stimoli particolari da sottoporre ai Dirigenti scolastici e agli studenti;
  • lo stato dell’arte, con 325 interviste CATI e CAWIa Dirigenti scolastici delle scuole secondarie di secondo grado;
  • i comportamenti e l’interesse degli studenti verso gli aspetti internazionali, le aree di approfondimento attese o desiderate e la visione attuale e futura di una società interculturale attraverso 402 interviste CAWI a studenti del secondo, terzo, quarto e quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado.

Downloads